• Stefania Zin

Disagio Lavorativo: come riconoscerlo e che cosa fare per recuperare il ben-essere al lavoro


Il lavoro è un elemento fondante della nostra identità e occupa gran parte della nostra vita e della nostra giornata.

È per questo che quando il lavoro va in crisi anche la persona e la sua vita ne risentono.


Quando può insorgere il disagio lavorativo?

Il disagio lavorativo è direttamente correlato alle esperienze di benessere vissute nel lavoro e per il lavoro.

Ecco che più una persona nel suo lavoro non si sente soddisfatta del ruolo professionale, del luogo in cui lavora, delle relazioni con colleghi e/o superiori e/o viva situazioni di cambiamento e di incertezza più è probabile che viva esperienze negative, di disagio come demotivazione, scarsa autostima, sfiducia, preoccupazione, tristezza, mancanza di controllo e ostilità.

Questi vissuti possono portare a una riduzione della qualità della vita lavorativa nonché del senso individuale di benessere.


Come si riconosce il disagio lavorativo?

Le persone che vivono situazioni di disagio nel lavoro, dunque, cambiano nel modo in cui pensano, si sentono o si comportano.

Il disagio a livello comportamentale lo si può riconoscere quando la persona inizia ad assentarsi o far ritardo di frequente, manifesta distacco emotivo, ridotta creatività, diventa aggressiva, aumentare il ricorso al fumo, alcool, ecc.

Il disagio a livello emotivo lo si può riconoscere quando la persona manifesta ansia, irritabilità, depressione, esaurimento fisico, pianto, panico, senso di colpa, negativismo, disistima ecc.

Il disagio a livello cognitivo lo si può riconoscere quando la persona manifesta difficoltà a concentrarsi, a ricordare, a imparare cose nuove cose, a prendere decisioni, nel mostrare pensieri negativi ecc.


Cosa può aiutare la persona a recuperare ben-essere al lavoro?

La persona di fronte a una situazione che ritiene intollerabile reagisce mettendo in atto diversi sistemi di difesa, le cosiddette strategie di coping che possono essere più o meno funzionali a ripristinare il proprio equilibrio psico-fisico, il proprio benessere.

Le strategie di coping consistono in un insieme di comportamenti che le persone attivano per far fronte a specifiche esigenze esterne e interne vissute come superiori alle proprie risorse o divergenti con le proprie motivazioni personali.

I comportamenti possono essere di evitamento, ovvero il sottrarsi a un ostacolo o scavalcare un problema, magari dedicandosi ad altro o di fuga, che possono portare all'abbandono dell’attività: queste possono momentaneamente allontanare il problema ma non lo risolvono.


Come può essere d'aiuto uno psicologo specializzato sul disagio lavorativo?

Lo psicologo può aiutare la persona a mettere in atto strategie, comportamenti più efficaci al fine recuperare benessere al lavoro. Si parte dalla individuazione delle cause e valutazione delle possibili soluzioni.

Il supporto di consulenza psicologica, attraverso il dialogo e il confronto, può aiutare la persona a trovare nuove soluzioni per gestire in modo efficace le situazioni di disagio, al fine di tornare ad uno stato di benessere personale e maggior armonia con il proprio ambiente lavorativo e sociale.

Parlare con uno psicologo non può evitare che la persona possa trovarsi a vivere situazioni di disagio, ma può aiutare la persona ad essere preparata e sicura nel gestirle, con ripercussioni positive nella vita lavorativa ma anche personale.


Vivi una situazione di disagio lavorativo?

Se anche tu stai vivendo una particolare situazione di disagio e desideri comprenderne le cause e ricercare nuove modi per gestirla, per recuperare benessere puoi parlare con la dott.ssa Stefania Zin, libera professionista specializzata in “Psicoterapia, intervento sul disagio in ambito organizzativo e valorizzazione della persona”. La Dott.ssa Stefania Zin collabora con Studio Psicologia Bassano occupandosi proprio delle tematiche inerenti all’orientamento scolastico e professionale, disagio lavorativo, stress lavoro correlato, burnout e consulenza di carriera.

L'esperienza della dottoressa l'ha resa un riferimento non soltanto per Bassano del Grappa e dintorni ma anche per le province di Vicenza, Padova e Treviso. Stefania Zin riceve presso lo Studio in Viale Venezia, 24 a San Giuseppe di Cassola.

Per contattarla, scrivere un’email a studiopsicologiabassano@gmail.com



Bibliografia:

N. A. De Carlo, A. Falco, D. Capozza - “Stress, benessere organizzativo e performance” –

Franco Angeli (2013)


Sitografia:

https://osha.europa.eu/it/themes/psychosocial-risks-and-stress

INAIL_SaluteLavoro


52 visualizzazioni0 commenti